Cosa succede quando ti scotti al sole (con eritema)

Esponendosi al sole senza protezione, o con una protezione solare (spf) non sufficientemente alta, si va incontro a brutte ustioni e scottature, nocive per la salute.

Partiamo dal presupposto che il sole non è un demone ma è importante per l’essere umano.

Il problema nasce quando ci si espone in maniera scriteriata, con una protezione non adeguata, e per lungo tempo, nelle ore più calde.

In questi casi i rischi vanno dall’eritema fino a scottature di primo e secondo grado con vesciche o bolle. Nei casi peggiori si potrebbe anche sviluppare l’aggravante di un’infezione.

 

Come ci si deve comportare in caso di eritema?

Lavare la parte interessata con acqua fredda per abbassare la temperatura, e applicare delle creme a base, per esempio, di alfabisabololo o betaglucano. Se la situazione non migliora potete applicare un cortisonico in bassa potenza come l’idrocortisone.

Evitate il ghiaccio per non causare uno shock termico.

 

E se compaiono delle bolle?

Bisogna pungere delicatamente con un ago sterile la cupola della bolla e premerla con una tovaglietta sterile per far uscire il liquido. In questo modo la bolla si seccherà. In situazioni a rischio, meglio comunque rivolgersi a un centro ustioni o a un dermatologo. Evita il fai da te.

 

Le scottature hanno anche conseguenze a lungo termine?

Sulle scottature si possono avere esiti ipercromici, dette macchie brune, cioè un imbrunimento della pelle, molto difficile da curare (solo poche creme e sieri sono in grado di attenuare le macchie cutanee). Inoltre un’elevata esposizione ai raggi del sole senza filtri può causare un danno del DNA: il rischio è di degenerazione fotocarcinogenetica (in soggetti predisposti) ovvero dell’insorgenza di fattori tumorali come il melanoma o gli epiteliomi.

 

Per qualsiasi dubbio o domanda consigliamo di rivolgersi al proprio medico o dermatologo specialista.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>