Aloe vera, la pianta delle meraviglie

Originaria dell’Africa, l’aloe vera era conosciuta già nell’antico Egitto e apprezzata per le sue straordinarie virtù salutari. Con più di duecento principi attivi, questa pianta, coltivata in tutto il mondo nelle zone calde, è un dono generoso della natura, prezioso per ridare equilibrio all’organismo aiutando ad eliminare le scorie e le tossine che appesantiscono, danno gonfiore, peggiorano la cellulite e favoriscono l’aumento di peso. Queste le sue migliori qualità.

 

Disintossica

Diciotto aminoacidi e un nutrito pool di acidi grassi tra i quali il linoleico e il caprilico assicurano una decisa azione depurativa sull’organismo. Ecco perché una cura con l’aloe è utile dopo un periodo di eccessi in cui si è esagerato con grassi, zuccheri e sale.

Sgonfia

La forte azione drenante dell’aloe aiuta a contrastare con efficacia la ritenzione idrica e la cellulite. Si usa un cucchiaio di succo in un bicchiere di acqua, da bere due volte al giorno lontano dai pasti, a cicli di almeno un mese da ripetere più volte l’anno.

Snellisce

Una capacità disintossicante così rapida e decisa ha un effetto stimolante sul metabolismo: l’aloe quindi, assunta con regolarità per almeno due, tre mesi, aiuta a bruciare di più e a mantenere stabile l’ago della bilancia, evitando aumenti di peso.

Dà energia

La ricchezza di vitamine tra cui A, C, E, B1, B2, B3, B6, acido folico, colina e di sali minerali come calcio, magnesio, zinco, cromo, selenio, sodio, ferro, potassio, rame e manganese fa dell’aloe un potente ricostituente naturale, perfetto per combattere la stanchezza.

Idrata e tonifica

Due cucchiai in un litro di acqua da bere durante il giorno favoriscono il mantenimento del giusto equilibrio idrico contrastando con efficacia la secchezza della pelle. L’aloe inoltre stimola la produzione di collagene con un valido effetto rassodante e anti-rughe.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>